Stampa questa pagina

Cinestesie Il giardino delle vergini suicide - 02 maggio

20100502_cinestesie.jpg

02-05-2010: Il giardino delle vergini suicide di S. Coppola (U.S.A., 1999)

Cinque sorelle fra i quindici e i diciannove anni vivono infelici, tormentate da genitori che credono di fare il loro bene. La madre è integralista e cieca: costringe una delle sorelle, per punizione, a bruciare i dischi più cari. Il padre è molle e latitante, tutto preso a costruire i suoi modellini. Sofia Coppola coglie in modo sublime la carica energetica nella donna nella fase adolescenziale della sua esistenza, così intimamente celata dalle sembianze acerbe e dai toni smorzati, da essere ancora più pericolosa: perché insospettabile. Proprio l’insospettabilità e l’innocenza, incorniciate da colori pastello, fragranze estive e figurazioni tipicamente bambine, sono le armi di cui dispongono le cinque vergini, che non potranno far altro che rivolgere contro se stesse, ma solo dopo aver fatto vittime un po’ ovunque, soprattutto nei cuori dei cinque ragazzi imprigionati negli anni a venire dentro quell’oscuro enigma per loro senza spiegazioni.



{tab=La Locandina}

20100502_cinestesie.jpg 






























{tab=La Rassegna}

20100411_cinestesieciclo.jpg






























{tab=La Locandina originale}





































{/tabs}

Letto 1086 volte