Corsi Pop Hdemy

BUTLER ILLUSTRATOR - ILLUSTRATORE DI SERVIZIO

20081120_Butler_thumb.jpgDal 20 novembre al 7 dicembre
Mostra di illustrazioni “BUTLER ILLUSTRATOR - ILLUSTRATORE DI SERVIZIO” di Davide De Cubellis

Butler Illustrator - Illustratore di Servizio: accade quando un illustratore abbandona la strada autoriale, si allontana dal bisogno catartico e dalla necessità originale di raccontare se stesso, sceglie deliberatamente di mettere la propria matita e la propria creatività a disposizione di “altri”.

L’abbandono si trasforma facilmente in smarrimento, ed è allora che l’illustratore di servizio comprende di non poter spiantare le ragioni per cui tutti gli illustratori sentono il bisogno di comunicare ed esprimersi attraverso un segno, un disegno, nella fase iniziatica della propria vita.

In una mostra antologica vengono raccolti i tentativi di ritorno all’anima, nostos clandestini di un butler illustrator, infiltrazioni emotive nei fallimenti espressivi di una comunicazione strumentalizzata dai media, dalla pubblicità, dalla professione.

Al di là degli occhi di quel maggiordomo (butler) s’affaccia l’uomo.

{tag Esposizioni} {tag Davide De Cubellis} {tag Illustrazione}
. {tab=La Biografia}
Davide De Cubellis, conosciuto come il DeCu, nasce a Roma nel 1977.
In tarda adolescenza prende coscienza di una relativa predisposizione al disegno e scopre che una passione può trasformarsi in professione. Si avvicina allora al fumetto e in particolare all’illustrazione.
A un esordio fallimentare e sconfortante seguono i primi lavori, che catalizzano un travagliato abbandono degli studi di Architettura. 
Da ex-allievo diventa insegnante alla Scuola Romana dei Fumetti e di seguito allo IED, l’Accademia Rosebud, il Centro Mezzelani, alcune altre scuole… finché non decide di interrompere le docenze per ragioni etiche. Nel 2003 vince alcuni premi ed entra nello staff di Sergio Bonelli Editore, affiancando Paolo Morales sulle pagine di Martin Mystére.
L’editoria italiana permette difficilmente ad un illustratore di vivere: decide quindi di rivolgere lo sguardo al Cinema e alla Pubblicità.
Da allora come visualizer ha prestato matita a grandi marchi: Champion, Toyota, Coca Cola, Mc Donald's, Whirlpool, L'Oreal, Volkswagen... E altrettanti grandi registi si sono avvalsi dei suoi storyboards: da Wes Anderson a Paolo Virzì, passando per Sergio Rubini, Davide Marengo, Ferzan Ozpetec, Ricky Tognazzi, Guy Ritchie, Bill Fertik, Pietro Follini, Fabrizio Mari, Matteo Pellegrini...
here
{tab=Le opere}
some more text here
{tab=La locandina}
20081120_Butler.jpg





























{/tabs}