Questo sito utilizza cookie
CORSI WORKSHOP SPORT BAMBINI
Lunedì, 28 Marzo 2011 11:28

Fusolab scende in piazza: oltre gli elettori... i cittadini

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

OLTRE GLI ELETTORI…CITTADINI ORGANIZZATI   

 

Vogliamo condividere con tutti voi alcune considerazioni che abbiamo maturato in questi anni di attività quotidiana sul nostro territorio.

 

LA CRISI DELLA RAPPRESENTANZA

 

Il panorama che si presenta agli occhi dei cittadini, soprattutto a coloro che non si definiscono e percepiscono solo come elettori ma come soggetti attivi, evidenzia una crisi della rappresentanza politica: i partiti non svolgono più la funzione di aggregare e raccogliere le istanze emergenti dal basso ma appaiono interessati soprattutto a consolidare la propria base di potere, invischiati in una logica di autoreferenzialità.

Questa prassi rivela tutta la sua cecità quando, accanto alla mancata inclusione dei singoli cittadini, non riesce a catalizzare e valorizzare adeguatamente le forze propositive delle realtà autorganizzate che affrontano tematiche cruciali come l’istruzione, la precarietà, i beni comuni.

 

COSTRUZIONE DELL’ALTERNATIVA

 

Proprio per questo, in occasione di un’assemblea pubblica come quella di oggi, vogliamo ribadire che solo un confronto plurale ed aperto tra realtà partitiche e cittadini organizzati(associazioni, movimenti, comitati) può essere la base per costruire un diverso modo di pensare le politiche territoriali e contrastare l’azione di governo che subiamo a livello cittadino, regionale e nazionale. L’apertura ai soggetti attivi, a partire dall’ambito municipale, deve invece rappresentare la prima e necessaria fase di un processo di cambiamento nell’organizzazione della nostra comunità, per creare una proposta politica realmente alternativa.

 

PARTECIPAZIONE

 

Non c’è vera democrazia senza partecipazione reale di tutti i cittadini, ai quali si deve dare la possibilità d’incidere nel proprio territorio: solo sentendo di poter fare, il singolo si percepisce come parte di una collettività. Chiediamo alle amministrazioni locali di rendere concreto questo processo di cambiamento, superando la visione attuale basata sulla gestione personalistica della politica: la cooperazione e l’inclusione di tutti i cittadini vanno invece favorite e costruite coinvolgendoli concretamente sin dalla fase progettuale dei percorsi, garantendo così un modello diverso di partecipazione alla “cosa pubblica” e quindi del modo di fare politica.

LABORATORIO FUSOLAB


(www.fusolab.net)

 

Letto 2736 volte Ultima modifica il Mercoledì, 24 Ottobre 2012 18:13