Dancehall

La Dancehall nasce come sottogenere del reggae in Giamaica alla fine degli anni 70 per strada, ai party, grazie alla creatività ed al talento dei “dancers”. . Le dancehall sono sempre state un evento centrale per la vita nei quartieri dove si svolgevano, in quanto era in queste occasioni che la gente si incontrava non solo per ballare, ma spesso anche per tenersi informati su quello che succedeva nei dintorni e sull’isola: il DJ era infatti solito raccontare aneddoti e notizie di attualità. I balli giamaicani,rientrano nella categoria delle danze armoniche sia di tipo aperto, nello specifico i movimenti ampi di stretta derivazione africana, sia di tipo chiuso, riferendosi alle rotazioni, flessioni e alle torsioni che comportano la presenza di un perno fisso sul quale oscilla tutto il corpo, aspetto tipico questo,dei cosiddetti step, ovvero figure di ballo definite e standardizzate ma solo ed esclusivamente all’interno della scena dancehall; sia a quelle a torsione, che consistono in movimenti in piedi o a terra, riferibili alle movenze acrobatiche tipiche  dei trick dell’hip hop o alle figure dello yoga caratterizzate dalla tendenza ad utilizzare punti d’appoggio alternativi ai piedi quali testa e mani.

Informazioni aggiuntive

Letto 8677 volte