Questo sito utilizza cookie
CORSI WORKSHOP SPORT BAMBINI
raddoppiaregalibanner

Lighting design e illuminotecnica - Livello 1

Il light designer è la figura professionale in grado di operare in tutti i contesti dove è necessario illuminare una scena: uno spettacolo teatrale, un concerto, una installazione o un'immagine televisiva. Oggi il lighting designer ha a disposizione tecnologie, nuove fonti luminose, strumenti elettronici di controllo della luce naturale e artificiale che rendono questa figura complessa ma estremamente creativa. Partendo dai concetti fondamentali di illuminazione e di fisica della luce, dalla rifrazione alla sua trasmissione, si arriverà ad applicare i principi fondamentali dell’illuminotecnica per creare delle situazioni artistiche sfruttando le potenzialità della luce e della moderna Illuminotecnica. Capiremo come organizzare il lavoro, conosceremo i ruoli e le figure coinvolte, ed esploreremo materiali e apparecchiature. Si procederà con un project work incentrato sulla creazione di un disegno luci in base alla situazione (TV, teatro,live show, convention), avvalendosi  di software (freeware), per il controllo e la simulazione degli effetti luce, imparando a gestire i programmi di controllo dei mixer luci.

I moduli sono complementari ma autonomi, è possibile acquistarli separatamente.
L'acquisto contestuale di entrambi i moduli garantisce un risparmio di 60€.

  • Inizio
    18 Feb
  • 8
    lezioni
  • 16
    ore
  • 2 ORE A SETT
  • Lun
    20.30-22.30
  • Info livello 2
Letto 14868 volte
  • Docente
  • Programma LIV 1
  • Programma LIV 2
lightingdaniele Daniele Davino Lighting designer in vari ambiti, teatro, Live show ed eventi. Programmatore effetti di luce in ambito televisivo. Stage manager e consulente tecnico per produzioni teatrali e musicali, per aziende di fornitura materiali e Fondazioni. Esperto di programmazione di spettacoli in CAD design (Wysiwyg Cast lighting, GrandMa 3d). Ultime collaborazioni: Light designer per “Il giro del mondo in 80 minuti” dell’Orchestra di Piazza Vittorio. Roma, marzo 2013. Light designer per “Love like a movie” di Kitonb project. Lagos, Nigeria, febbraio 2013. Light designer per “Elephant man” di Giancarlo Marinelli. Tour invernale 2013. Programmatore luci: “TuttoDante 2013” di Roberto Benigni. Firenze, luglio 2013, luglio 2012, "La più bella del mondo” show televisivo di Roberto Benigni. Roma,2012. Responsabile settore luci e stage manager per “Romaeuropa Festival 2012”.
icon FBicon LI  

Lezione 1 - La cultura della luce.

- Perché interessarsi della luce che ci circonda e perché approfondire il campo dello spettacolo
- Introduzione al mondo dell’illuminotecnica nello spettacolo.
- Quando, come e perché l’emozione della luce fa la differenza.
- Confrontiamo le nostre esperienze.

Lezione 2 - Parliamo lo stesso linguaggio: fondamenti di illuminotecnica.
- I concetti fondamentali a livello teorico della scienza illuminotecnica.
- Teorie e metodi analizzati secondo dei riscontri pratici nella realtà (utilizzo di sorgenti luminose).

Lezione 3 - Di che parliamo?
- Lumen, gradi Kelvin, tungsteno, led, DMX, moving head Analisi teorica e riscontro pratico su alcuni proiettori in demo delle caratteristiche principali dei materiali in uso nell’illuminotecnica da spettacolo.

Lezione 4 - E’ sempre la stessa luce?
Una diversa luce per ogni ambito (TV, teatro, lirica, Live show…).
- Confronto esemplificativo dei diversi metodi di lavoro per un disegno luce che sia congeniale allo spettacolo.
- Uso di materiale multimediale e confronto tra i vari ambiti.

Lezione 5* - Sporchiamoci le mani: prima lezione pratica.
- Mettiamo in pratica i temi affrontati nelle lezioni teoriche.
- Lezione pratica on stage per prendere confidenza con le apparecchiature.

Lezione 6* - Prendiamo confidenza: seconda lezione pratica.
- Esercizi con le apparecchiature e piccoli elementi scenografici, giochi di luce nello spazio.

Lezione 7* - Immaginiamo un progetto luci: terza lezione pratica.
- E’ il momento delle scelte.
- Cominciamo a configurare un disegno luci con delle scelte sull’uso dei materiali, sui filtri di colore e sul puntamento dei proiettori

Lezione 8** - Stampiamo delle scene luminose programmandole con una consolle.
- Programmiamo delle scene di luci e salviamole in una sequenza con l’aiuto di una consolle luci e di un tecnico esperto di programmazione

* possibile lezione in sede distaccata dal Fusolab in un teatro o sala di posa. 
** possibile anche la collaborazione alla lezione di professionisti dello spettacolo.

Lezione 1 - Dove eravamo rimasti?
- I fondamenti di un progetto luci.
- Breve panoramica sugli argomenti affrontati nel corso base e sui fondamenti di un progetto luci.

Lezione 2 ** - Workflow.
- La composizione di un progetto luci nelle sue fasi.
- Individuazione di un workflow adeguato.
- Scegliamo i nostri software.
- Dal CAD alla modellazione 3D fino alla programmazione su banco luci.

Lezione 3 ** - Lo scenoluminoso, le scenografie virtuali e le luci.
- Integrazione in un progetto luci delle nuove tecnologie di scenografia digitale.
- Integrazione tra software, CAD e consolle luci: Artnet, NDI, DMX.

Lezione 4** - Iniziamo la programmazione di un progetto luci con consolle luci e 3D.
- DA ORA CONSIGLIATO L’USO DI PC PROPRIO.
- Iniziamo la programmazione su GrandMA2 OnPC partendo dal un progetto luci sviluppato su Cast Soft Wysiwyg.

Lezione 5** - Virtual stage 1.
- Programmazione base: lezione interamente dedicata alla programmazione su GrandMA OnPC.
- Approfondiamo la programmazione prendendo confidenza con il software GrandMa2.

Lezione 6* - Virtual stage 2.
- Programmazione avanzata e integrazione tra software e media server video.
- Continuiamo la programmazione di uno show integrando il software Mad Mapper per il controllo di video e pixel light e il software Madrix per il sync musicale.

Lezione 7* - Virtual stage 3.
- Pronti per lo show: luci, video, scenoluminoso e timecode.
- Finita la programmazione luci vediamo come sincronizzare lo show con una traccia musicale in TMC.

Lezione 8** - Lezione pratica.
- Verifica di quanto costruito in teatro: accompagniamo il nostro virtual show con un allestimento reale.
- Ci spostiamo in teatro per verificare, con l’integrazione di una parte di proiettori usati nello show virtuale, quanto programmato e per tirare le somme del corso.

* possibile lezione in sede distaccata dal Fusolab. In un teatro o sala di posa. 
**possibili ospiti del settore (light designer, DoP, programmatori, tecnici).