Parkour (a partire dai 6 anni)

Un nuovo sport, una nuova moda, una nuova tendenza. Il Parkour potrebbe essere inquadrato in questa maniera dagli occhi dei profani, in realtà è più appropriata la definizione “disciplina” mentale e fisica. Le movenze dinamiche e spettacolari non sono lo scopo ultimo di un praticante di parkour, sono semplicemente l’effetto dell’allenamento messo in atto che mira ad incrementare la percezione del proprio corpo in relazione all’ambiente circostante. L’allenamento sia fisico che mentale è la chiave per comprendere la vera essenza della disciplina:
Con l’allenamento fisico si tende a potenziare forza, resistenza, esplosività ed elasticità dei muscoli, dei tendini e delle articolazioni.
Con l’allenamento mentale si impara ad essere consapevoli dei propri limiti, ad avere un maggiore controllo dell’equilibrio, a controllare le emozioni come la paura e resistere alla fatica oltre la normale soglia di sopportazione. Tutto ciò si raggiunge con uno studio metodico del proprio corpo, si impara ad ascoltare ciò che il corpo ci comunica e si tende a mantenerlo sempre nella migliore condizione possibile. Altro aspetto fondamentale è lo studio dell’ambiente all’interno del quale ci si muove, la conoscenza dei materiali e come questi rispondono con le differenti condizioni atmosferiche, consentendo una riduzione del rischio ed una maggiore efficienza del movimento.

Informazioni aggiuntive

  • Docente: ADD Roma, Davide Marronaro
  • Contributo:

    da 20 a 45€ mensili

  • Lezione di prova:

    8

Letto 27775 volte