Machine Learning

Settore Informatica

Viviamo in un'epoca di grande cambiamento scientifico e tecnologico in cui i computer, e più in generale ogni dispositivo elettronico, sono parte integrante del quotidiano. Oggi non solo i computer possono eseguire calcoli, ma anche derivare regolarità automaticamente e “imparare”. In un prossimo futuro, o forse in un prossimo presente! Nell’analisi dei dati, nell’arte, la letteratura e medicina… Non esisteranno campi dove non sia presente “l’apprendimento automatico” (Machine Learning) come strumento per compiere azioni in modo preciso in breve tempo.
Questo corso introduttivo è volto a tutti quelli che per interesse o per semplice curiosità vogliano scoprire come fa un computer a riconoscere fiori, predire il prezzo di un prodotto, consigliare film, musica, comprendere il testo, tradurre, o addirittura a risolvere problemi medici o genetici. Le macchine oggi possono semplificare la vita di tutti prendendo decisioni ponderate, precise ed imparziali.
Il corso prevede un'introduzione all’apprendimento automatico, gli algoritmi di base e alle problematiche legate ai dati, fonte indispensabile per apprendere. Tramite applicazioni semplici ma reali, principalmente tramite l’ausilio del linguaggio di programmazione Python (verranno discusse anche alternative), alla fine del coso si avrà una buona base per cominciare a comprendere argomenti più complicati.

  • Inizio
    13 Ott
  • 12
    lezioni
  • 24
    ore
  • 2 ORE A SETT
  • Gio
    20:30-22:30
  • Posti Rimasti 9
    Persone che hanno già frequentato il corso: 0
  • Iscritti + preiscritti in tempo reale 3

Il programma potrà subire cambiamenti in base alle necessità ed i tempi.

È richiesta la conoscenza di base di Python anche se durante il corso di faranno brevi riferimenti anche con altri linguaggi. Verranno anche presentate alternative per farr machine learning anche senza scrivere codice. È consigliata ma NON obbligatoria una conoscenza base di matematica o comunque di ragionamento logico algoritmico.

E' necessario portare il proprio computer.

Letto 3080 volte